giovedì 1 gennaio 2009

Gli Aristogatti (20° Classico)

THE ARISTOCATS


Which pet's address

is the finest in Paris?

Which pet possess

the longest pedigree?

Which pets get

to sleep on velvet mats?

Naturalment

the aristocats

which pets are blessed

with the fairest forms and faces?

Which pets know best

all the gentle social graces?

Which pets live

on cream and loving pats?

Naturalment

the aristocats

they show aristocratic bearing

when they're seen upon an airing

and aristocratic flair

in what they do

and what they say

Aristocats are never found

in alleyways or hanging around

the garbage cans where

common kitties play, oh no

which pets are known

to never show their claws?

Which pets are prone

to hardly any flaws?

To which pets do the others

tip their hats?

naturalment

the aristocats


Aristochats ils sont toujours
Même quand ils font un petit tour
Toujours précieux là où ils vont
Ils sont fières de leur éducation
Dédaignant les ruelles
Ils préfèrent les marres aux poubelles
D'on se contentent , trop vulgaires
Les chats de gouttières

Quels miaou
Réprouvent les gros mots?
Quels chats chou-chou
S'estiment sans défauts?
Et devant qui
Les autres chats tirent leur chapeau

Mais naturellement
Mais naturellement voyons
Mais naturellement les Aristochats


HALLELUJA, TUTTI JAZZISTI


Tutti quanti voglion fare jazz

perché resister non si può

al ritmo del jazz


Giusto!

samba rumba rock'n roll

twist o cha cha cha

lo stesso prurito nun te dà


la polka e il rondò

come il tango e il foxtrot


Roba rococò

Se tu li senti suonar

ti faran ricordar

l'arca di Noè

zazazaza olè!


Col jazz ti senti giovane perché


Hai voglia di ballare ben

più forte di te


Perché non provi

ed anche tu saprai com'è


Che tutti quanti

voglion fare il jazz


la polka e il rondò

come il tango e il foxtrot


Roba rococò


è robba che non s’usa


Se tu li senti suonar

ti faran ricordar

l'arca di Noè


Oh, è roba da maturi


Ma tutti quanti voglion fare il jazz

perché resister non si può

al ritmo del jazz

perché non provi

ed anche tu saprai com'è

che tutti quanti

voglion fare il jazz


Quando fanno il jazz a Hong Kong

fanno il tempo con il gong

oh questa sì che è forte”


Se ammaliare tu mi vuoi

prendi un ritmo lento e poi

ad ogni nota dai, sonorità


Un altro dono proverò


Io più fiato metterò

prendendo qualche nota in libertà


Ed accadrà, che prima o poi

ogni gatto, come noi

al nostro coro si unirà


Svegliando tutta la città


Tutti quanti

tutti quanti

tutti quanti voglion fare il jazz (alleluia!)

tutti quanti

tutti quanti

tutti quanti voglion fare il jazz (alleluia!)

tutti quanti

tutti quanti

tutti quanti voglion fare il jazz


Tutti quanti

tutti quanti

tutti quanti voglion fare il jazz (alleluia!)

tutti quanti

tutti quanti

tutti quanti voglion fare il jazz (alleluia!)

tutti quanti

tutti quanti

tutti quanti voglion fare il jazz


ROMEO'S SWING


Pe' arivacce qui da Roma ho fatto l'autostop

e 'n Francia è già m'ber pezzo che ce sto

ma pure da emigrato

mica so cambiato

io so' Romeo

er meglio der colosseo

io fermo nun ce sto

proprio nun me va

se domani qui sarò, oggi chi lo sa?

forse un pò m'acchitterò e me ne andrò in città, già

E poi laggiù tanta scena farò

ogni gatta che mme vedrà dirà

“Ma che ber micione, che simpaticone, quello è Romeo

er meglio der colosseo!”


Si cambio so' guai

sto bene come sto

io nun me lego mai

catene nun ce n'ho

aggregate si voi

io so andove finirai

in Cina, in Perù

o a Timbuctù

ma nun baccaglierai

vedrai


Chi tante storie fa

a pregà nun sto

tutto quello che me va

con un gesto c'ho

penso sempre che l'avi miei

tra ruderi e mausolei

sapevano già fasse rispettà

e considerà da nobbili e plebei

sì, tanto me da tanto

godo e me ne vanto

d'esse Romeo

er meglio der Coloseo


C'avrò er busto ar pincio e ar museo...

eh già


CONCERTINO A 4 ZAMPE


Do, mi, sol, do

do, sol, mi do

se buon musicista tu vuoi diventar

tante scale e tanti arpeggi devi far

prendi fiato ed ogni nota limpida sarà

se dal petto e non dal naso ti uscirà

do, mi sol, do


Se le scale tutti i giorni canterai

quanti rapidi progressi tu farai

do, mi, sol, mi

do, mi, sol, mi

qualche arpeggio fai

e ben presto musicista diverrai


Do, mi, sol, do


Do, mi, sol, do

do, sol, mi do

do, mi, sol, do

do, sol, mi do

anche se al principio un po’ ti annoierà

prima o poi vedrai che ti divertirà

è il segreto del successo

e ora che lo sai

scale e arpeggi

tu farai

e rifarai

7 commenti:

  1. ma non si possono scaricare?

    RispondiElimina
  2. i testi o le canzoni? per le canzoni basta che cerchi il nome del film nel riquadro "COLONNE SONORE DISPONIBILE" a destra :)

    RispondiElimina
  3. per gli Aristogatti ecco il link:

    http://canzonidisney.blogspot.com/2009/05/download-colonne-sonore-gli-aristogatti.html

    RispondiElimina
  4. Si chiama Scale e Arpeggi non Concertino a Quattro Zampe x°D

    RispondiElimina
  5. ciao, grandissimo lavoro che hai fatto complimenti!!! anch'io adoro le canzoni della Disney....
    una cosa sola dice " è roba da matusa" non "è roba da maturi" :)

    RispondiElimina